Nikola, IVECO e OGE insieme per i camion a idrogeno

Le tre aziende hanno intenzione di collaborare al fine di implementare la rete di rifornimento per i veicoli fuel cell

Un futuro a idrogeno sembra sempre più vicino. Ad aprile, infatti, Nikola, IVECO e OGE hanno sottoscritto una lettera di intenti per la realizzazione delle infrastrutture necessarie al trasporto e alla distribuzione di idrogeno per veicoli elettrici a celle di combustibile (FCEV), aprendo la strada a una grande rivoluzione nella mobilità, pesante e non, in Europa. Obiettivo primario della collaborazione sarà lo sviluppo di sistemi di rifornimento e stoccaggio dell’idrogeno sicuri e affidabili in Germania, a sostegno della rete di trasporti europea.

Percorso lungo

Benché si tratti di una partnership nascente, in cui restano da definire azioni e target specifici, l’importanza dell’accordo sta nel ruolo di primo piano ricoperto nel settore dalle aziende coinvolte. In primis troviamo IVECO, parte del gruppo CNH Industrial NV, oltre ad essere uno dei punti di riferimento del mondo dei mezzi commerciali e industriali è anche pioniere nell’utilizzo di alimentazioni alternative per i propri veicoli.

Al suo fianco ci saranno OGE, uno dei maggiori operatori nel trasporto di gas naturale in Europa con una rete di gasdotti di oltre 12.000 km in Germania, e Nikola Corporation, che, fondata solo nel 2015, dalla sua sede di Phoenix (Arizona) sta trasformando il mondo dei trasporti su scala globale, grazie alla progettazione e alla produzione di tutte le componenti necessarie alla mobilità alternativa a idrogeno (batterie a celle di combustibile, sistemi di accumulo dell’energia, infrastrutture per il rifornimento).

Impegni definiti

Con la sottoscrizione di questa prima collaborazione si sono anche definiti gli impegni e le responsabilità delle parti in gioco, che emergono chiaramente dalle dichiarazioni fatte dalle aziende per l’occasione. “Nikola si impegna a fornire e promuovere una produzione, distribuzione e fornitura di idrogeno al vertice del settore”, ha detto Pablo Koziner, President of Energy and Commercial di Nikola. “Riteniamo che questa collaborazione, in particolare, rappresenti una soluzione per la distribuzione del carburante molto convincente sul lungo termine, che ci aspettiamo possa far progredire il settore e in generale l’adozione delle tecnologie FCEV da parte del mercato”.

Il dott. Thomas Hüwener, Chief Technical Officer di OGE, ha invece spiegato come la sua azienda “si impegna a creare un’infrastruttura per il trasporto dell’idrogeno dalle fonti di produzione ai nodi critici della distribuzione”, rivendicando la centralità della loro azione “Siamo orgogliosi di svolgere un ruolo essenziale per lo sviluppo delle stazioni di rifornimento tramite le nostre capacità di rete e di operare per la decarbonizzazione dell’economia”.

La strada è segnata

E nonostante la partnership tra queste parti stia muovendo solo i primi passi, l’importanza del momento è stata sottolineata anche dalle parole di Gerrit Marx, President Commercial & Specialty Vehicles di CNH Industrial: “L’ecosistema dei trasporti subirà una trasformazione e gli attuali modelli di business lungo la filiera sono destinati a cambiare con l’introduzione dei mezzi pesanti a idrogeno e a batteria. La nostra collaborazione è un primo grande passo per inaugurare una piattaforma di partnership che renda questa trasformazione una realtà qui in Europa, cosa che richiede un modo di pensare imprenditoriale e “non lineare” in un settore industriale basato sulle energie di origine fossile“.