Iveco T-Way, ancora più robusto e tecnologico

Destinato all’utilizzo nei cantieri e nelle cave, l’erede del Trakker porta con sé importanti novità tecniche e tecnologiche per prestazioni offroad ancora più elevate

Dopo aver lanciato sul mercato la nuova generazione di Stralis con il nome di S-Way e l’X-Way nel segmento dei camion leggeri per l’utilizzo fuoristradistico, Iveco continua nel processo di aggiornamento della gamma presentando il nuovo T-Way, il camion destinato al settore dell’offroad pesante che va a sostituire l’uscente Trakker, ormai in vendita dal lontano 2004.

Un modello completamente rinnovato che mantiene le caratteristiche del predecessore e le migliora, proponendo diverse novità non solo dal punto di vista tecnico con l’introduzione di nuove tecnologie a livello di sospensioni, trasmissione e struttura ma anche numerosi miglioramenti dal punto di vista del design, offrendo una cabina più confortevole ed ergonomica, connettività e della sicurezza.

Gamma completa e comfort massimo

Seguendo lo stile già introdotto dai modelli S-Way e X-Way, il T-Way propone un design pulito e funzionale composto da linee dinamiche e aerodinamiche. Il nuovo mezzo pesante da off-road di Iveco è disponibile con due varianti di cabina: la AD più corta e la AT più lunga con tetto basso o alto e in diverse versioni in base al tipo di telaio (rigido e articolato) e al tipo di trazione (parziale o integrale), offrendo così un’ampia gamma di allestimenti ideali per qualsiasi esigenza. Sul mercato, infatti, verranno lanciati modelli cabinati e trattori 6×4 e cabinati 8×4 a trazione parziale e cabinati, trattori 4×4, 6×6 e cabinati 8×8 a trazione integrale. Quest’ultimi saranno, inoltre, disponibili in 3 varianti di passo: 4, 4,2 e 4,5 metri. Per quanto riguarda il comfort interno, le cabine del T-Way offrono un ambiente funzionale e spazioso in cui spiccano i nuovi sedili ergonomici e il nuovo volante multifunzione.

Più robusto con 325 kg in meno

Come abbiamo detto a livello tecnico/strutturale il nuovo T-Way propone diverse novità per migliorare quelle doti di robustezza, rigidità torsionale e prestazioni offroad già viste sul Trakker. Il telaio è basato su longheroni dallo spessore di 10 mm in acciaio che consentono di raggiungere un momento torcente massimo di 177 kNm, uno dei valori più alti del segmento dei camion pesanti offroad in base a quanto dichiarato dalla Casa. L’assale anteriore vanta una capacità massima di 9 tonnellate mentre il posteriore è stato completamente riprogettato con un nuovo disegno del tandem e con l’introduzione delle sospensioni pneumatiche e dei riduttori ai mozzi. Questi nuovi elementi hanno anche permesso di migliorare la distribuzione del peso del veicolo, la mobilità su dislivelli e ostacoli e aumentare l’altezza libera da terra. Rispetto al modello precedente, i tecnici Iveco hanno lavorato minuziosamente per ridurre il peso e, grazie anche ad un nuovo supporto del tandem fuso in un solo pezzo, sono riusciti a diminuire la tara del veicolo di circa 325 kg.

Fino a 510 CV e trazione infinita

In base al tipo di versione scelta, i nuovi modelli T-Way vengono equipaggiati con il motore Cursor 9 o con il Cursor 13 di ultima generazione che offrono una potenza massima di 510 CV. A trasmettere la trazione alle ruote ci pensa il nuovo cambio automatizzato Hi-Tronix a 12 o 16 rapporti affiancato da numerose funzionalità aggiuntive tra cui: hill holder per le partenze su terreni con pendenze importanti, Rocking che sgancia la frizione quando il veicolo è bloccato rilasciando l’acceleratore, Creep, che consente di eseguire manovre complicate rilasciando solo il pedale del freno e l’Hi-Cruise che lavora in simultanea con il cruise control predittivo, selezionando la marcia preventivamente e migliorando così l’efficienza. Debuttano poi un nuovo sistema elettrico ed elettronico HI-MUX e una presa di forza del tipo “a sandwich” capace di fornire una coppia massima di 2.300 Nm.

Arrivano gli ADAS

Il T-Way introduce di serie la Connectivity Box, uno dei tanti servizi appartenenti a Iveco ON che permette di monitorare lo stato di salute e manutenzione dei camion in tempo reale per evitare possibili fermi e migliorare così l’efficienza nell’utilizzo. Sul fronte della sicurezza, l’Iveco T-Way propone freni a disco su tutti gli assi sui modelli a trazione non integrale, il sistema EBS con assistenza alla frenata, il controllo elettronico della stabilità e numerosi sistemi di ausilio alla guida (ADAS) come il Lane Departure Waring che avvisa il conducente quando supera la corsia che sta percorrendo.