FIERE: voglia di ripresa!

Oltre 12 mila le persone che hanno varcato i cancelli del Piacenza Expo per visitare i 41 mila metri quadri della più importante esposizione europea dedicata ai settori del sollevamento di materiali, lavoro in quota, movimentazione industriale e portuale e trasporti eccezionali.

Chi scrive si reca al GIS, Giornate Italiane del Sollevamento, da almeno un decennio… mai vista così tante persone all’apertura, corridoi pieni e gruppi di persone ovunque.

Chiusura con il record di visitatori per il GIS, l’8ª edizione delle Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali, che chiude i battenti oggi al Piacenza Expo. Oltre 12 mila gli ingressi registrati durante la tre giorni dedicata ai settori del sollevamento di materiali, lavoro in quota, movimentazione industriale e portuale e trasporti eccezionali.

“Nella sola giornata di venerdì”, dichiara Fabio Potestà, direttore di Mediapoint & Exhibitions, società organizzatrice della fiera, “abbiamo registrato un numero di visitatori pari a quello avuto nell’intera edizione del GIS 2019”. Numeri incontrovertibili, “visto che la nostra fiera è certificata”, aggiunge Potestà, senza nascondere la soddisfazione per il successo ottenuto dell’evento.

Il GIS è stata l’occasione per il lancio di una serie di importanti novità di Fassi, azienda leader nel settore delle gru. Dalla F345 Hybrid, ottima per gli impieghi dove inquinamento da scarichi e acustico sono rigidamente normati, alla F1450HXP, la prima di una nuova serie di gru interconnesse ancora di più con il veicolo che le ospita.

Comunicazione perfetta

Fassi FX-Link è il sistema ideato per creare un tutt’uno tra gru e camion, perché consente di controllare diverse funzioni del veicolo dal radiocomando della gru e viceversa, sviluppando nuove funzionalità integrate di comando e controllo. In pratica Fassi FX-Link garantisce una risposta efficiente a tre principali obiettivi: ottimizza la connettività tra gru e truck rendendo possibile il controllo del veicolo dal radiocomando della gru e la verifica dello stato della gru dal cruscotto del camion. Tutto questo si traduce in una semplificazione delle connessioni elettriche tra gru e truck, incremento delle funzioni dell’autocarro gestibili tramite il radiocomando della gru dove sono visualizzate varie informazioni sempre relative al veicolo e, infine, l’eliminazione box CPM in cabina.

Il sistema FX-Link interpreta e integra attraverso la connessione CAN-BUS i messaggi provenienti dal veicolo, li codifica, elabora e trasforma rendendoli fruibili sul radiocomando della gru. Così l’operatore può controllare, tramite il radiocomando stesso, diverse funzioni di comando del truck: spegnimento e accensione del veicolo; regolazione dei giri motore; accensione dei fari e di altri indicatori luminosi; attivazione del clacson; livello e consumo di carburante; tensione della batteria; stato della presa di forza; stato del freno di stazionamento; carico sugli assali; allarmi e avvisi dal veicolo; stato delle sospensioni pneumatiche; configurazione degli assali dell’autocarro. Questo naturalmente a tutto vantaggio della sicurezza e della rapidità di utilizzo.

L’applicazione Fassi FX-Link, prerogativa delle gru dotate di radiocomando Fassi V7, è disponibile al momento per i modelli Iveco S-Way, Iveco X-Way e Iveco T-Way; ma sono in sviluppo le applicazioni per tutti gli altri marchi di veicoli industriali, compresi alcuni non europei.